venerdì 4 ottobre 2013

“Stefania, l’Incontro di molti Fiumi”, il nuovo romanzo di Renzo Samaritani

Ancora Stefania ad incantarci, emozionarci per continuare il viaggio alla riscoperta di se stessa, di nuove fasi della sua vita. Torna da dove ci aveva salutato. Senza Stefano, per il quale non c’è più spazio, in un nuovo viaggio nella splendida Puglia in compagnia del suo José dopo un India che l’ha saputa ospitare amorevolmente, che le ha insegnato tanto. Con Stefania ritroviamo anche personaggi del suo passato, seppur sotto nuove identità, ad arricchire questa nuova avventura piena di misteri, interessanti scoperte, paure ma anche semplice turismo in paesini pugliesi pieni di fascino come la piccola preziosa Mola di Bari.


compralo su:


http://www.abcloud.org/jagannathedition


Segue: "Helga Schneider intervista il figlio, Renzo Samaritani".


Autore che seguo da ormai tre romanzi facenti parte di una saga. Renzo Samaritani, non famoso né aspirante ad entrare nell’Olimpo degli scrittori internazionalmente apprezzati (anche se ne avrebbe le potenzialità, secondo il mio modesto parere) ma, proprio per questo e per diverse sue doti, piacevole nel presentarti una pagina dopo l’altra e, in questo caso, una saga dopo l’altra. Leggo per lavoro libri anche molto “pesanti” e a volte ho bisogno di staccare… è ciò che ottengo con i libri di questo romanziere nato dal grembo di una mamma, lei si, famosa. Una lettura leggera dunque, ma non troppo…non fatevi ingannare dalle mie parole né siete autorizzati a pensare che questa persona non sappia scrivere. Tutt’altro. Ma Renzo Samaritani ha uno stile oserei (di questi tempi è veramente una definizione “osereccia”)…nuovo. Sono libri puliti, con un tocco di “new age” che, però, non disgusta. Davvero un altro romanzo apprezzabile, bello!

Elisabetta Anna Maria Scotto

giornalista e blogger


Renzo Samaritani è nato nel 1966 a Bologna. Figlio di Helga Schneider, demiurgo del Movimento "Akhet-Aton" negli anni ’90, nel 2000 ha organizzato il "Convegno Nazionale della Comunanza di Ideali tra le Religioni ed i Movimenti Spirituali e New Age" nella Sala dei Notai del Comune di Bologna. Oggi è blogger, Coordinatore dell’Associazione "Sole e Luna" iscritta all’Albo delle Libere Forme Associative dal 1999, autore di

Stefania, un’Anima in Viaggio (Edizioni "the Boopen", Napoli, 2010)

Stefania, Viaggio in India: l’Antica Profezia (Edizioni "il Campano", Pisa, 2011)

Stefania, l’Incontro di molti Fiumi (Edizioni "Jagannath Edition", Milano, 2013).


estratto da un’intervista di PeriodicoDaily.com a Renzo:


Lui scrive e parla di una nuova coscienza, di vita tranquilla, di salute e benessere naturale. Non impone idee, le condivide.

Renzo Samaritani, conosciuto anche in rete come Ramananda, si lascia intervistare e risponde alle nostre domande con rapidità e dolcezza.


Scrivi molto e hai pubblicato diversi testi. Cosa c’è di alchimia quotidiana nei tuoi libri?


Con la “Coscienza Spirituale” (http://www.abcloud.org/coscienzaspirituale) e’ nata l’idea di lavorare su me stesso in un modo nuovo, creativo, proiettando una mia “personalita’ letteraria” che fosse libera dalle limitazioni quotidiane, una specie di “doppelganger” che viaggiasse intrepido nei territori del sogno, delle possibilita’ e ne riportasse tesori preziosi anche per la mia evoluzione nel mondo interiore reale. La protagonista dei miei romanzi, Stefania, aveva la possibilita’ di fare qualunque cosa io avessi mai desiderato o sognato, di esprimerla aiutandomi a focalizzare e visualizzare meglio.

Ormai lei e’ parte integrante della mia vita: un personaggio vivo e reale, la mia migliore amica. Mi ha insegnato a scrivere, ad esprimermi in modo creativo, e’ stato un regalo di valore inestimabile attraverso “Stefania, un’Anima in Viaggio”, “Stefania, Viaggio in India” e “Stefania, l’Incontro di molti Fiumi”.


Snail’s Pace@Edition

Collezione “Farfalla”

www.paceedition.tk

snails









via Cult of Soup http://provetecnichevarie.wordpress.com/2013/10/04/stefania-lincontro-di-molti-fiumi-il-nuovo-romanzo-di-renzo-samaritani/

Nessun commento:

Posta un commento