lunedì 4 giugno 2012

Con l’età muta l’odore del corpo, negli anziani è più piacevole

Con l’età muta l’odore del corpo, negli anziani è più gradevoleUna recente ricerca dimostra che l’odore naturale della pelle attira più di qualsiasi profumo. Ora uno studio rivela anche che con l’avanzare dell’età gli odori del corpo umano cambiano e diventano più gradevoli e meno intensi.

Lo studio, pubblicato su PLos One, è opera di un gruppo di scienziati del Monell Chemical Senses Center di Philadelphia che hanno analizzato circa cento tamponi ascellari indossati per 5 notti da un gruppo di volontari di età diverse.

Negli uomini, così come in tutti gli animali, i componenti chimici presenti negli odori del corpo sono in grado di trasmette diverse informazioni: “Come accade agli animali, anche gli uomini sono in grado di carpire i segnali degli odori corporei che permettono loro di individuare l'età biologica, di scegliere il partner adatto e di distinguere i familiari dai non familiari”, spiega Johan Lundström, primo autore della ricerca.

Lo studio ha coinvolto tre gruppi di uomini e donne formati da 12-16 persone divise in tre fasce d’età (20-30 anni, 45-55 anni e 75-95 anni). A queste persone è stato chiesto di dormire per 5 notti con tamponi ascellari.

continua su http://goo.gl/LDCHr

Nessun commento:

Posta un commento